Aspettando il Salone del Mobile 2019

|

Ogni anno l’attesissima conferenza stampa del Salone del Mobile dà sempre il LA alle atmosfere creative che caratterizzano la Milano Design Week. Quest’anno, in occasione della 58esima edizione dell’evento, è stata ribadita la centralità di Milano, non solo per la sua capacità magnetica di attrarre le creatività ma anche per la sua straordinaria rete industriale.

 

Milano si fa sempre più ponte tra occasioni di relazioni (anche e soprattutto internazionali) e opportunità di sviluppo concreto dell’industria creativa. Quest’anno al Manifesto del Salone lanciato lo scorso anno è stata aggiunta la parola “ingegno”, per rendere omaggio al genio creativo di Leonardo da Vinci, primo vero precursore della relazione tra creatività e imprenditoria. Leonardo verrà celebrato alla Conca dell’Incoronata con AQUA, un’installazione dedicata ai suoi studi sull’acqua, curata da Marco Balich, già ideatore dell’Albero della Vita di Expo. Al padiglione 24 della Fiera, invece, sarà presente l’installazione DE-SIGNO, un viaggio alla scoperta della cultura del design italiano prima e dopo Leonardo.

Dal 9 al 14 aprile si apriranno a Rho i cancelli del Salone del Mobile 2019 con un’edizione pronta a battere ogni record. La prima notizia, bellissima per chi come me è lightlover, è la presenza di Euroluce, la biennale che lancia le migliori soluzioni dell’arredo luce per interior e outdoor. Sono certa che gli oltre 420 espositori ci faranno sbrilluccicare gli occhi! Interessante sarà anche xLux, settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea.

Euroluce 2019 - Salone del Mobile

Altro appuntamento irrinunciabile è il SaloneSatellite 2019, dedicato ai giovani talenti emergenti. Il tema di quest’anno per gli oltre 550 protagonisti è “Food as a Design Object“. Occhi puntati sul decimo compleanno del SaloneSatellite Award.

Un’altra novità del Salone 2019 riguarda Workplace3.0, il Salone dedicato all’ufficio, che non sarà più confinato in un solo padiglione, ma sarà presente nell’intera area fieristica. Quasi una metafora dei cambiamenti che hanno investito gli ambienti del lavoro, sempre più spazi aperti alla contaminazione di altre attività quotidiane e alla condivisione professionale.

Come non citare, poi, il Fuorisalone 2019 con tutti gli eventi, le mostre e le installazioni che si sommeranno ai party esclusivi in giro per la città. I distretti più coinvolti sono Brera, 5 Vie, Tortona, Isola, Porta Venezia, Ventura Project, Lambrate e Milano Durini.

Ormai mi considero una veterana del Salone del Mobile, motivo per cui ribadisco alcuni consigli pratici per affrontare più serenamente la Milano Design Week:                                                                                                                                                                                                                                                                                          

  • prepara scarpe comode e scarpe eleganti, poi switcha quando ci sono occasioni più formali (sì, lo faccio anch’io 😉);

 

  • non esagerare con i vestiti pesanti, soprattutto in Fiera si gira bene anche in camicia;

 

  • prepara un calendario dei padiglioni e degli stand che vuoi visitare. Più si va impreparati, maggiore è il tempo che si perde a raccapezzarsi con le mappe;

 

  • smartphone e powerbank, sempre con te!

 

  • acqua, portati dell’acqua, avrai sempre sete! Sarà che le meraviglie lasciano a bocca asciutta…

 

  • se ci becchiamo in giro, scattiamoci una foto 🙂

Hai già partecipato al Salone del Mobile? Dici che è più divertente il Fuorisalone? Allora, parti patinato o meglio giro in Fiera alla scoperta di prodotti interessanti? Le occasioni saranno mille, la stanchezza sarà tanta e le cose da scoprire infinite. Tutto pronto? Domande, curiosità, suggerimenti sugli eventi, chiedimi tutto nei commenti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi ogni settimana aggiornamenti personalizzati da Camilla