Tappeti e parquet di tendenza: highlights dal Domotex di Hannover

|

Il Domotex di Hannover è la più importante fiera sul flooring, legata cioè ai rivestimenti per le pavimentazioni e ai tappeti. Ogni anno in Germania, nella seconda settimana di gennaio, si danno appuntamento le più importanti realtà produttive e merceologiche di tutto il mondo.

Quest’anno la fiera ha invitato me ed altri blogger a visitare i suoi spazi e a raccontare ad un più vasto pubblico tutta la bellezza, il lavoro e la maestria racchiusi nel parquet e nei tappeti. Ecco perché, dopo aver camminato in lungo e in largo per tutti i padiglioni della fiera e dopo aver toccato con mano centinaia (forse migliaia) fra drappi e tappeti, voglio segnalarvi tutti gli highlights di Domotex 2019.

#1 – Ispirazioni marcatamente vintage per le nuove collezioni di tappeti

Old but gold direbbe qualcuno. Chi ha detto che il design del passato non può essere ripreso e reinterpretato per riempire nuovamente le nostre case e i nostri spazi di una bellezza sospesa, staccata dagli argini del tempo? Il primo trend, dunque, è il vintage, perfetto per essere inserito in un ambiente, a piccoli tocchi, protagonista di un complemento di arredo come il tappeto.

Tappeto di Rica Basagoiti al Domotex
Toccare con mano i tappeti... irresistibile!

#2 – Tappeti che non si prendono troppo sul serio

Che siano tessuti a mano o che siano stampati con le più recenti tecnologie, i tappeti ormai vogliono e devono osare anche con l’ironia e la giocosità. Come non far cenno allora al Pompon Tiger di Myra Klose, vincitore, peraltro, anche del CDA Visitor’s Award? 1300 pompon disposti vicini per formare una tigre con tanto di fauci spalancate. Un tappeto di 40 kg che dona un tocco di gioioso animalier senza maltrattare alcun animale. Simpatico, ironico e divertente, senza dubbio il prodotto che più mi ha fatto sorridere.

La Pompon Tiger di Myra Klose
Le pecorelle dei tappeti Natur Pur

#3 – Parquet con disegni geometrici e astratti disposti come fossero piastrelle

Quello del legno è un mondo affascinante. La materia prima più antica del mondo conserva il suo tocco di classe in ogni ambientazione e sembra non stancare mai i gusti degli arredatori. Il 2019 lancia il trend del parquet con motivi geometrici. Stelle, rombi, incroci, intarsi, le fantasie geometricamente astratte del parquet non mettono limiti alla fantasia o alle richieste più bizzarre.

Parquet a pattern geometrico
Parquet Bjelin
Bassano parquet

#4 – Create’n’connect – Interattività e happening

Oltre 100.000 metri quadrati che ospitavano tappeti, parquet e pavimentazioni potevano facilmente stancare i visitatori, invece il livello di interattività predisposto dagli stand di Domotex ha fatto sì che non ci fosse, in alcun padiglione, l’esigenza di dire “adesso, basta!”. Anzi, il tema focale della fiera, quel CREATE’N’CONNECT che era anche uno degli hashtag ufficiali, è stato proprio declinato negli ambienti, al fine di stimolare la tessitura di una vera e propria rete di contatti, relazioni e opportunità commerciali. Connettività intesa sia come pavimentazione (ovvero la soluzione di continuità tra i vari ambienti di uno spazio) sia come connessione tra più soggetti che interagiscono.

Il tema di Domotex 2019
Domotex - Create'n'connect
Connectivity Wheel - Grazie al movimento di questa ruota (una ruota da criceti gigante!), i visitatori che potevano creare un gioco di luci che interagiva con i rivestimenti per pavimenti.
Red Dirt Rug - Tappeto di Sabbia Rena Detrixhe durante la fiera ha creato un gigantesco tappeto di sabbia, rigorosamente decorato a mano, tramite formine, utilizzando 180 kg di argilla rossa giunti al Domotex da Oklahoma. Il suo "Red Dirt Rug" è una dichiarazione di cambiamenti ingiusti che sono avvenuti nella sua terra natale.
Rena Detrixhe
The Path - Un percorso coloratissimo in cui era il destino a decidere dove far terminare la corsa alla tua pallina. Sono sincera, ci ho giocato più di una volta colpevole l’ipnotica luminosità delle palline fluo.

5# Il ciclo di vita del legno

Wood Lifecycle è il nome dell’installazione curata dall’architetto Giulio Ceppi al Padiglione 9 del Domotex. Un viaggio esplorativo nei diversi cicli di lavorazione e recupero del legno.
Con le aziende Tabu, Kerakoll, Fe’s Alchemiclab e Celenit, il design director di Wood Lifecycle, ha messo in scena i passaggi produttivi dell’intera filiera del legno, sottolineando l’importanza di temi strategici come sostenibilità, personalizzazione, ibridazione e recupero.
Una cornice interessante che fa riflettere sull’estrema modernità del legno.

È stato proprio qui che mi sono innamorata della pavimentazione lucida parquet con inserti in oro realizzata da Fe’s Alchemiclab.

Da Wood Life Cycle

#6 – Tappeti come dipinti

Potrebbero facilmente sembrare antichi affreschi a tema naturalistico, invece sono intricati e preziosi tappeti

In questo tour coloratissimo tra gli oltre 1400 espositori della fiera ero in compagnia di una crew di blogger incredibile, capitanata dalla splendida Holly Becker, curatrice anche di uno stand di sua ispirazione.

La squadra dei blogger con cui ho avuto il piacere di condividere i giorni al Domotex

Ma il Domotex non finisce qui. Dopo l’edizione di Hannover, tenuta dall’11 al 14 gennaio, è la volta di Atlanta a febbraio, Shanghai a marzo, Gaziantep ad aprile e Messico a ottobre. Trovi qui tutti i dettagli degli appuntamenti.

Piaciuto questo tour di tappeti e parquet? Conoscevi già la fiera Domotex? C’è un trend o un prodotto che ti ha colpito particolarmente? Fammi sapere nei commenti o su Instagram quale trend di Domotex hai preferito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi ogni settimana aggiornamenti personalizzati da Camilla