Classic Blue 19-4052: il Pantone dell’anno tra design e arte

L’anno appena cominciato e l’ingresso nel nuovo decennio si aprono cromaticamente all’insegna del Classic Blue 19-4052. Il Pantone dell’anno è un classico intramontabile che unisce design e arte e – come vedremo – è applicabile a numerosi contesti. 

 

Secondo Pantone, il Blue 19-4052 è in grado di infondere calma, fiducia e un senso di connessione “evidenziando il nostro desiderio di una base stabile e affidabile da cui partire mentre ci apprestiamo a varcare la soglia di una nuova era”.

Credits: pantone.com

Eccoci – quindi – a iniziare l’anno con una sfumatura intramontabile, semplice ed elegante, che nel futuro prossimo vedremo sempre più intorno a noi, perché sempre di più il Blue 19-4052 passerà dalle mazzette colore di noi designer all’avere la sua applicazione e collocazione tra arredi e finiture.

 

In effetti, anche se forse mi sarei aspettata da Pantone qualcosa di più “intraprendente” come colore dell’anno, trovo che il Classic Blue sia un colore profondo, quieto, imperturbabile e che richiama il mondo dell’arte con naturalezza e disinvoltura. Come dimenticare la devozione di Yves Klein per il blu e la teoria dei colori di Wassily Kandinsky, dove proprio il blu veniva descritto dall’artista come un colore profondo e dotato di forza centripeta, tanto che il grande artista russo lo ha paragonato al suono di un violoncello o di un contrabbasso.

 

Altra caratteristica positiva del Classic Blue è che sicuramente, a differenza di altre tonalità più accese, la sfumatura del blu profondo è una di quelle che tende a stancare meno. Ricordiamoci che i colori particolarmente forti e inusuali nel tempo possono stancare, soprattutto quando utilizzati in quantità. 

 

E allora, come applicare nel migliore dei modi il Classic Blue? Ecco alcuni suggerimenti. 

Le pareti, ma solo alcune.

Tinteggiare alcune pareti di casa in un tono diverso delle altre pareti è da sempre un must. Come accennavo prima, il Classic Blue è una tonalità ormai classica, che potrebbe non stancarci per lungo tempo. E allora facciamolo entrare nelle sale da pranzo, nelle zone living, nelle camere da letto o nelle stanze da bagno. In sostanza, dove più preferite. Ricordatevi – però – che essendo una tonalità satura e molto piena, ha bisogno di essere applicata a spazi luminosi per essere valorizzata al meglio e non risultare troppo scura.

Credits: Pinterest
Credits: Jotun Lady
Credits: Pinterest

Oltre alle pareti, che ne dite dell’applicazione ad un elemento strutturale come una scala? 

Credits: RA Projects

Gli imbottiti: poltrone e divani.

Con questo genere di prodotto non si sbaglia mai, anche quando sono in blu. Sì, perché il blu nel mondo dell’imbottito è un colore che possiamo utilizzare senza timore, in quanto assai usuale. Se apprezzate questa sfumatura per caratterizzare la vostra zona living o il vostro angolo relax, vi consiglio di tenere d’occhio le aziende che più vi piacciono: non fatico a pensare che ci proporranno versioni limited edition in Classic Blue di alcuni dei loro prodotti di punta.

Credits: Insplosion, Brabbu
Credits: Brabbu, Covet House

Il trend maggiore: pareti e divano tono su tono.

Se vi siete innamorati del colore dell’anno, potete osare e utilizzarlo in quantità, abbinando pareti e imbottiti. Se ve la sentite di osare al massimo, abbinate anche il pavimento. Il risultato sarà quello di essere immersi visivamente in una sorta di… mare domestico!

Credits: Dining and living room
Credits: Inspired to style
Credits: Pinterest
Credits: Pinterest

Un tavolo, perchè no?

Se vogliamo dare un tocco di colore alla nostra casa – e in questo caso specifico propongo la sala da pranzo – penso a un tavolo che faccia la differenza e che rappresenti il fulcro cromatico di tutta la casa. In questa maniera nessuno potrà dire che avremo utilizzato il Classic Blue in maniera banale.

Credits: MKelly Interiors, Libelle

Le opere d’arte, ovviamente.

Lo abbiamo detto prima: il colore dell’anno richiama con prepotenza al mondo dell’arte. E allora perché non puntare proprio su quadri, stampe e sculture che possano dare un tono ai nostri spazi?

Credits: Pinterest
Credits: Pinterest

Decorazioni: diamo il via libera alla fantasia.

Ovviamente, quando si tratta di decorazioni ci possiamo sbizzarrire. L’oggettistica ha il vantaggio di darci la grande libertà di poter acquistare e cambiare le nostre suppellettili, anche in tempi brevi. E allora qui nessun consiglio. Vi do il mio via libera: lasciatevi guidare dal vostro istinto e comprate gli oggetti in Classic Blue che più vi piacciono. 

Mi raccomando, però: ricordatevi sempre che #beautifulmatters.

Credits: Create and Barrel, Worldmarket
Credits: Williams-Sonoma, Sarah Flint
Credits: Lighting Journal, Trellastudio
Credits: Pinterest, Newpillow

E voi, cosa ne pensate della scelta di Pantone? Vi piace il Classic Blue? Oltre alle mie, avete altre idee e consigli su come applicare il colore ad arredi e finiture? Fatemi sapere, lasciate un commento qui sotto, oppure scrivetemi a camilla@camillabellini.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti appassiona il design o lavori in questo settore?

Iscriviti alla mia newsletter