Outdoor is the new indoor: i trend dell’outdoor design per il 2020

|

Il 2019 sta per finire, e a me non piace farmi cogliere impreparata: ecco perchè mi sono documentata e ho fatto alcune ricerche per individuare i trend per l’outdoor design per il 2020, che ruotano attorno ad un concept che si può riassumere così: outdoor is the new indoor.

I trend che sto per raccontarti, insieme a tante altre ispirazioni, andranno a comporre una moodboard che presenterò ufficialmente per la prima volta al Domotex di Hannover. Iniziamo per gradi, però: qui ti rivelo tutti i trend dell’outdoor e presto ti svelerò la mia moodboard. Segui con attenzione il sito di Domotex per vederla in anteprima.

Questo principale trend ha fatto capolino nel corso del 2019 e promette di confermarsi anche nell’ormai prossimo 2020: sto parlando della tendenza di rendere lo spazio outdoor sempre più simile all’indoor

Ma cosa significa questa frase? Semplice, si tende a ricreare all’esterno delle vere e proprie zone living, perfettamente progettate per riportare anche fuori la convivialità, la comodità e la funzionalità che viviamo all’interno dei nostri salotti.
Ecco – quindi – che parliamo di imbottiti, tappeti, tavolini, accessori decorativi, piante e tutto quello che ci è necessario per creare il nostro outdoor living space

Photo credits: serenaandlily.com

Le prossime e imminenti tendenze parlano anche di un altro spazio indoor che si sposterà all’esterno. Al living farà seguito anche la cucina, che diventerà una tiny outdoor kitchen. Gli spazi, ovviamente saranno più ridotti in confronto a quelli che abbiamo in casa, ma i trend ci dicono che nel futuro prossimo creeremo all’esterno delle zone in cui cucinare: si farà spazio per il piano lavoro, il forno e il luogo destinato alla consumazione.

Gli high-top-tables, banconi in stile bar/ristorante, sono gli elementi che andranno per la maggiore, soprattutto quando ci troveremo a considerare degli spazi che devono fare i conti con una metratura ristretta. 

Come dice la designer Linda Fennessy, questi banconi che fronteggiano la cucina e che ci permettono di stare in compagnia mentre mangiamo, ci daranno la sensazione di avere un ristorante o un vero o proprio locale lounge, il tutto all’interno della nostra casa, o meglio, all’esterno!

Photo credits: contemporist.com
Photo credits: contemporist.com, pinterest.com

Ovviamente, questo “portare all’esterno gli ambienti interni” comporta un’attenzione particolare verso i materiali. Sembra banale a dirsi, ma è sempre bene ripeterlo: all’esterno le condizioni climatiche a cui sono esposti gli arredi sono decisamente più ostili rispetto a quelle a cui sono sottoposti gli elementi all’interno della casa. 

Per questo, durante la scelta dei materiali dobbiamo tenere in mente i requisiti minimi: impermeabilità e resistenza all’umidità e agli sbalzi di temperatura

Lascia, però, che ti dia un consiglio, perchè esiste un buon modo per aggirare – almeno in parte – le limitazioni: mi riferisco alla possibilità di ricreare anche all’esterno degli spazi coperti o semicoperti.

Un altro trend sarà quello di mixare i materiali outdoor. Negli elementi delle strutture esterne come pavimento, coperture e muri di circoscrizione dello spazio vedremo il mescolarsi di più materiali. 

Il mix più in voga? Legno e cemento con un tocco di metallo. Anche in questo caso si tratta di un trend che che viene mutuato dal mondo degli interni. Proprio una delle tenze dell’interior design autunno-inverno 2019 è stato lo stile japanordic, che assieme al minimalismo delle forme vede l’incontro di materiali come legno e cemento. 

Photo credits: houzz.com

Per quanto riguarda invece la parte stilistica e decorativa dei nostri outdoor, nei prossimi mesi vedremo un ampio uso delle strisce, che vengono proposte a contrasto di colore, ma anche nella versione che prende ispirazione dalla Costiera Amalfitana, quindi con la combinazione cromatica bianco-nero.

L’illuminazione non sarà solo funzionale, ma assolverà il compito di decorare e rendere magico l’outdoor. Si confermano le lampade di design a led e le strisce di led, posizionate in modo da creare ambienti soffusi e di grande atmosfera.

Photo credits: cb2.ca

In chiusura, vuoi conoscere un elemento intramontabile che non passerà mai di moda e che non subirà l’influenza dei trend stagionali nel corso del tempo? Il caminetto a bioetanolo, bello, utile ed estremamente contemporaneo. Siamo di fronte a un oggetto particolarmente scenico: la fiamma esercita su di noi un fascino ancestrale!

Insomma, se ancora non ne hai uno devi assolutamente procurartelo!

Photo credits: antoniolupi.it

E tu, che ne pensi? Hai uno spazio outdoor che desideri arredare? Quale tra queste tendenze ti ispira di più? Che idee ti sono venute in mente? Fammi sapere, puoi scrivermi qui sotto nei commenti, o mandarmi una mail a camilla@camillabellini.com.

ARTICOLO IN COLLABORAZIONE CON

Domotex

2 commenti

  • Edenpark Francesco Celentano

    Complimenti per la linea arredativa e di comunicazione che tieni nel tuo sito
    mi ha consigliato di visitare il link l’architetto Paolo Mori, e sono rimasto piacevolmente colpito dalla qualità dei concetti e dei contenuti

    • Grazie mille Francesco per il tuo commento e le tue parole. Mi spronano davvero a fare meglio. C’è qualche articolo che ti ha colpito maggiormente? Sto lavorando a degli argomenti per le prossime settimane e mi farebbe piacere ricevere un tuo feedback 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti appassiona il design o lavori in questo settore?

Iscriviti alla mia newsletter