In giro a Firenze con la Ferrari California T: fatto!

|

Come già accaduto più volte nei mesi passati, Primerent mi ha nuovamente accompagnato per un importante appuntamento di lavoro. Questa volta la meta del mio incontro è stata Firenze

Essendo ben a conoscenza del mio legame con la città fiorentina – pensa, a Firenze ho studiato all’Università e vissuto per 4 anni dopo la laurea – Primerent ha lasciato che scegliessi io la vettura all’interno del suo vasto parco auto. Sebbene le possibilità di scelta fossero davvero tante, tra sportive, berline, cabrio e suv, il mio occhio estetico si è posato subito su un simbolo tutto italiano di pura eccellenza. Per spostarmi in una città d’arte come Firenze ho scelto IL capolavoro, la Ferrari

Lasciandomi consigliare dal personale di Primerent, ho scelto il modello Ferrari California T. 

Ero in modalità “decappottata”, quindi, tanto vento tra i capelli e il rombo del motore appena dietro di me. Ogni partenza era uno spettacolo, mi sentivo in pista!

Come diceva lo stesso Enzo Ferrari “chiedi a un bambino di disegnare una macchina e sicuramente la farà rossa”. Nell’immaginario comune, infatti, la Ferrari è di colore rosso, complice anche il colore ufficiale della Scuderia di Formula 1. La versione che ho voluto io, invece, non è il classico Rosso Ferrari, bensì la sfumatura Rosso Mugello, una tonalità più scura che ne mantiene intatto il fascino. L’ho trovata più misteriosa e accattivante, adatta alle linee morbide e sinuose della California T.

La Ferrari California T – dove “T” sta per turbo – è stata disegnata dal Centro Stile Ferrari (che sorge a Maranello e include un’ottantina di progettisti e designer) in collaborazione con Pininfarina (storica azienda torinese che ha già messo la firma ad altre Ferrari, tra cui la celebre Testarossa). 

Non sto qui a darti dettagli tecnici del motore, ma posso dirti che la Ferrari California T fa da 0 a 100 km/h in appena 3,6 secondi e può arrivare a una velocità massima di 316 km/h. Ovviamente non ho viaggiato a questa velocità ma non fatico a credere che su pista possa tranquillamente arrivarci. 

Il bel tempo mi ha assistito durante tutto l’arco della giornata, infatti, ho avuto modo – cedendo alla tentazione, come sempre, lo ammetto – di scattare qualche foto nei punti più panoramici della città, sia prima che dopo il mio appuntamento di lavoro. E sulla via per Fiesole c’è una vista magica su tutta la città di Firenze che ti consiglio di non perderti.

Non capita tutti i giorni di potersi spostare nelle grandi città su una macchina come la Ferrari. Tutto il mondo conosce Ferrari e ne apprezza il forte senso estetico e qualitativo. Per me che sono alla ricerca costante di bellezza e che mi premuro di diffonderla e di porla a conoscenza di tutti, la Ferrari è un emblema intramontabile, un simbolo e un vanto del made in Italy nel mondo.

Grazie a Primerent, la società che noleggia auto di alta gamma, per avermi dato la possibilità di provare questa emozione e per avermi accompagnata al meeting con uno stile che non è passato di certo inosservato

Fan del cavallino rampante? Ti va un giro in Ferrari? Forse ti sarà capitato anche di guidarla o di ammirarne tanti modelli da vicino. Se c’è un’esperienza che mi vuoi raccontare, puoi farlo nei commenti. Se hai bisogno di noleggiare una vettura di alta gamma, in Italia o anche nell’Europa del Nord, puoi chiedermi informazioni sui servizi messi a disposizione di Primerent.

Articolo in collaborazione ed esperienza supportata da:

PRIMERENT

Non è più possibile commentare.

Ti appassiona il design o lavori in questo settore?

Iscriviti alla mia newsletter