Les First, but not the last: il mito delle lampade che si illumina a Positano

I fatti: Les First è una realtà di Mantova nata dall’intuizione, dal genio puro, dell’architetto Massimo Marcomini. Les First ha dato vita a delle lampade sculture che coniugano design, artigianato, mito, arte e genius loci, selezionando le migliori realtà produttive tra Lombardia e Veneto.

I luoghi: Positano e l’Hotel Villa Gabrisa. La costiera amalfitana è lo scenario perfetto per ritrovar bellezza, dopo un anno che ci ha costretti a troppe rinunce. 

I protagonisti: c’era Camilla Bellini, c’erano le lampade di Les First, ma c’erano anche Okeanos, Psyche e altri richiami al mito antico, ai palazzi nobiliari di Mantova e alle creature del mare.

Lampada Okeanos di Les First

Il concept delle lampade di Les First

Ci sono lampade che si accendono e lampade che si illuminano. E il confine non è solo a parole, ma sta nei movimenti, nei gesti, nella storia che c’è dentro agli oggetti. Perché le lampade di Les First parlano un linguaggio che è quello dell’uomo, in un rinascimento di intenti che l’anno della pandemia ha fatto emergere come nuova volontà. 

Il soffio antico del mare, l’eco dei canti delle sirene, gli abbracci della montagna, il tocco della luce: sono tutte atmosfere che richiamano il mito di Les First, leggendario e contemporaneo, in un happening continuo di emozioni.

L’impatto visivo con le lampade scultoree di Les First è potentissimo. Non sai ancora come si illuminano e già da spente ti comunicano cosa sanno di te e cosa sanno della storia che da lì a poco ti andranno a raccontare.
Queste luci sentono, queste luci parlano. Sentono perché si illuminano dopo aver toccato la loro base. Parlano perché, gestendo il contatto, sono dimmerabili. L’avvertito calore del tocco diventa un processo di osmosi, uno scambio di energia, tra l’interlocutore e la lampada. L’alone caldo dei pannelli a LED che come un velo di sposa abbracciano le lampade e il fascino simbolico della tecnologia touch, completano, tecnicamente, questo mito illuminante.

Coralli striped di Les First
Dettagli del corallo di ceramica

Les First, Positano e Camilla Bellini

Positano e Villa Gabrisa sono parsi sin da subito una gigantesca installazione, in cui le lampade Les First imponevano il loro mito, la loro luce, e io danzavo in punta di piedi in questa storia che mi sembrava surreale da quanto fosse forte. Le acque della costiera hanno accolto il mito della luce e lo hanno arricchito con i potenti colori del mare e il sole che alternava la sua potenza su di noi, cedendo spesso alla luce autentica delle lampade di Les First.

Camilla Bellini a Positano con lampada Coralli turchese di Les First

The touch of the myth: Coralli, Psyche e Okeanos di Les First

Le tre caratteristiche intrinseche al lavoro dell’architetto Massimo Marcomini sono l’utilizzo di maestranze italiane per tutte le fasi realizzative del progetto delle lampade di Les First, il sapere artigiano, ora più che mai bisognoso di gridare al mondo la sua suprema maestria, e il mito globale, quello che mescola con sapienza ciò che è stato con ciò che sarà, instituendo un tempo nuovo, sospeso dalle mode, che è proprio del tempo della bellezza.

Le tre lampade di Les First, parte delle collezioni che potete visionare sul loro sito, di cui ho avuto il privilegio di potervi raccontare sono Coralli, Psyche e Okeanos.

Coralli

Architetti del mare, i coralli impiegano centinaia di anni per formarsi. In questa scultura sono realizzati in ceramica, talmente reale da sembrare iper veri. Grazie all’allegoria della ceramica e della luce, ora i coralli possono godere di un’estetica più eterna, che supera il tempo impiegato a formarsi. Questa versione con la base turchese è di una bellezza unica.

Lampada Coralli turchese

Psyche

Così bella che il linguaggio umano appare insufficiente e povero non solo a descriverla ma anche a lodarla, così Apuleio descrive Psiche nella sua opera Le Metaformosi. E forse la descrizione della lampada di Les First non può che ricalcare le parole del mito. La versione utilizzata nello shooting a Positano è quella bianca e oro. Sublime.

Lampada Psyche bianco e oro

Okeanos

Figlio di cielo e terra, accoglie il riposo delle divinità che governano la luce. Questo è il ruolo di Okeanos seguendo le dinamiche del mito. E questo è il ruolo della lampada Okeanos, che permette di governare la sua luce, con un tocco che sa di eterno. La versione striped in bianco e nero è da cornice. Memorabile.

Lampada Okeanos di Les First, versione bianca

And so on…

Con Les First è nata un’alchimia rara, fatta di suggestioni e spunti, suggellati dall’acme di Positano. Chissà che non sia solo l’inizio di uno straordinario viaggio. D’altronde, è Les First, but not the last.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *