Una sedia per il tuo ufficio a casa: la DSW di Vitra

|

La sedia DSW, disegnata da Charles & Ray Eames per Vitra, è un’icona del product design e una delle mie sedie preferite. 

Venne alla luce nel 1950, ma i coniugi Charles e Ray Eames iniziarono a progettarla già nel 1948, in vista dell”International Competition for Low-cost Furniture Design” indetto dal MOMA di New York. 
Inutile dire che fin da subito venne apprezzata, sia dagli acquirenti che dalla stampa.

dsw-chair-design-5

Credits


La DSW fa parte della famiglia delle Eames Plastic Chair, che potete vedere qui.
Oggi è realizzata in polipropilene per la parte della seduta e in legno di acero e acciaio per la base (la sigla DSW, infatti, sta per Dining Height Side Chair Wood Base).

Gli obiettivi dei coniugi Eames erano quelli di creare un prodotto che puntasse alla produzione di massa. La sedia doveva essere utilizzabile da tutti e potenzialmente adatta a molteplici ambienti. Io direi che ci sono riusciti, no?

dsw-chair-design-6

Credits


Credo che sia uno dei prodotti che che meglio rappresenta la filosofia di Charles e Ray Eames, ovvero creare elementi che rispondano a queste tre – apparentemente semplici – domande: “Does it solve a problem? Is it serviceable? How is it going to look in ten years?” (Risolve il problema? È utile? Come sarà tra dieci anni?).

Si tratta di una sedia molto versatile, che vedo bene in contesti anche molto diversi fra loro, ma oggi voglio darvi uno spunto per creare in casa il vostro personale e stiloso angolo-ufficio o angolo-studio a casa. Il lavoro cosiddetto liquido è oggi flessibile, spesso e volentieri autonomo, ma soprattutto adattabile in termini spazio temporali. Si può lavorare sempre più spesso da casa, gestendo a proprio piacimento le aree in cui ci concentriamo sul lavoro. 

Ecco perché una parte delle nostre case può assumere il ruolo di spazio lavorativo o di angolo di business. 

Lavorare circondati dalle proprie cose – quelle che sono nelle nostre case e che ci fanno stare bene – ha di sicuro aspetti positivi e vantaggiosi sulla qualità del nostro lavoro. 

Per il vostro ufficio a casa o per il vostro laboratorio delle idee casalinghe, quindi, ho pensato che la DSW fosse perfetta. Innanzitutto, è solida: la seduta è realizzata in polipropilene di alta qualità e l’acciaio è combinato al legno, che dà un tocco di naturale eleganza alla sedia.

La DSW, poi, oltre ad essere molto bella, è anche funzionale: l’altezza è calibrata alla perfezione per un tavolo o una scrivania, e lo schienale è particolarmente comodo, anche per chi lavora al pc.

La dritta principale che posso darvi è quella di considerare la DSW come il punto centrale del progetto. 

È o non è degna di essere il “pezzo forte” del vostro studio? 
In sua funzione, poi, potrete compiere le altre scelte, soprattutto per quanto riguarda accostamenti cromatici e scelta dei materiali
Così facendo, potrete creare una composizione fresca e armonica.

Ecco alcuni esempi da cui poter prendere spunto:

dsw-chair-design-1

Credits

dsw-chair-design-3

Credits

dsw-chair-design-2

Credits

Che ne pensi? Ti piace la DSW? Ne possiedi già una o più? L’hai inserita nel tuo ufficio casalingo? Fammi sapere tutto qui sotto nei commenti, sono curiosissima!

 

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

• Ludwig Mies van der Rohe

• Ashaa, quando arredamento e illuminazione si incontrano

• 2020: tutti gli eventi di design da non perdere, in Italia e nel mondo

•   Design Storico: la toplist delle sedute icona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti appassiona il design?

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere curiosità, novità e ispirazioni di stile. C’è una sorpresa per te!